(+39) 0175 249682 - (+39) 346 3810271
  info@enotecasanmartino.com
  Corso Piemonte, 77 - 12037 Saluzzo (CN)

Cart

sauvignon attems

SAUVIGNON IGT ATTEMS VENEZIA GIU...

12,90

NOTE ORGANOLETTICHE: giallo paglierino, con dei bei riflessi verdi. Il profumo è
caratteristico con bosso, foglia di pomodoro e un intenso sentore di scorza di pompelmo.
Sensazioni che si ampliano al palato che è esuberante con la caratteristica acidità. Fiori di
tiglio e lime accompagnano il finale persistente e acceso.
ABBINAMENTO: ottimo da gustare con piatti a base di asparagi, verdi e bianchi. È altresì
interessante l’abbinamento con la tempura di pesce e di verdure.

Disponibilità: Disponibile in magazzino

ANDAMENTO STAGIONALE: Gennaio e Febbraio sono stati caratterizzati da piogge
molto frequenti e temperature altalenanti, Gennaio più caldo rispetto alla media e Febbraio
nella media. Marzo ha registrato due fasi fredde: a inizio mese e nella terza decade. Con gli
ultimi giorni di Marzo, le temperature si sono alzate a tal punto da far registrare l’Aprile più
caldo degli ultimi 10 anni. Questo ha favorito un germogliamento regolare e vigoroso su tutte
le varietà, sia in collina che nella zona alluvionale. Le piogge non sono state abbondanti,
nell’ordine del 20-30% in meno rispetto alla media degli ultimi 50 anni. Nonostante ciò
l’apporto idrico nei mesi di Aprile e Maggio è stato costante nel garantire un accrescimento
regolare dei nostri germogli, che hanno sviluppato le infiorescenze in anticipo rispetto alla
norma, infatti già a metà Maggio, sono iniziate le fioriture per le varietà più precoci, circa dieci
giorni prima rispetto all’anno precedente. Giugno con i suoi 120 mm di acqua ha garantito
un ingrossamento dell’acino regolare e una chiusura del grappolo già nella terza decade.
Un Luglio asciutto e molto caldo ha visto i Pinot Grigi invaiare già nella prima decade, con
quindici giorni di anticipo rispetto alla media. Dal mare Adriatico arrivava la luce della doppia
rifrazione che potenzia l’efficienza fogliare e la brezza marina che è stata la responsabile
della grande escursione termica notte giorno; questi due fattori fisici hanno influenzato in
maniera decisiva l’evoluzione dei precursori aromatici nelle uve e degli altri parametri di
maturazione dei grappoli, che ci hanno portato a una delle vendemmie più precoci della
storia; infatti a metà del mese di Agosto, abbiamo iniziato la raccolta, che si è protratta fino
alla fine di Settembre. Una vendemmia lunga, caratterizzata da un clima splendido con delle
serate fresche e delle giornate calde e asciutte, tanto da permetterci una scelta precisa
delle diverse epoche di raccolta, sulla base degli obbiettivi enologici prefissati. Le uve di
Sauvignon sono le state le prime a raggiungere la nostra cantina. I mosti, freschi, sono stati
costantemente protetti dall’ossigeno, così da garantire una grande espressione aromatica di
questo vitigno.
TERRITORIO E PRODUZIONE:
PROVENIENZA: i vigneti sono dislocati tra le piane e i pendii della provincia di Gorizia, a
una altimetria che va dai 60 mt.s.l.m.
TIPOLOGIA DI SUOLO: in parte composti da Arenarie di origine eocenica originati dal
sollevamento dei fondi marini 50 milioni di anni fa e in parte terreni alluvionali ricchi in ciottoli,
profondi.
DENSITÀ D’IMPIANTO: 5500 piante per ettaro.
ALLEVAMENTO: guyot singolo e doppio.
ETÀ VIGNETO: impianti del 2002.
NOTE TECNICHE:
RESA HA: 90 q.li.
VENDEMMIA: a mano, da metà Agosto alla prima decade di Settembre.
VINIFICAZIONE: una piccola porzione del pigiato (15%), beneficia di una breve
macerazione a freddo riparato dall’aria. Il succo ricavato dalla soffice pressatura delle
uve viene lasciato decantare per 24-48 ore. Inizia successivamente, su mosto limpido, la
fermentazione alcolica, condotta a 18°C per 15 giorni. La vinificazione è svolta in recipienti
d’acciaio, mantenendo il vino a basse temperature, evitando quindi la fermentazione
malolattica. Dopo la fermentazione il vino sosta per 4 mesi sulle fecce nobili che vengono
frequentemente rimescolate.
GRADI ALCOLICI: 12,5% Vol.

Loading...